top of page

Cinquetunesima Giornata Mondiale della Terra 🌎 🌎

Aggiornamento: 22 apr 2021






La comprensione di ogni singolo avvenimento politico,  storico e culturale,   è  messo  sempre in una chiave di lettura che riconduce passato e presente. Un binomio che  non si divide , poiché  è riconducibile a ciò che tutt'oggi sono i protagonisti e attivisti, a favore di campagne informative  di sensibilizzazione. Persone inconsapevolmente legate da ideologie di pensieri simili divenuti storici nel tempo. A distanza di cinquantanove anni, avendo ben in mente gli avvenimenti principali e importanti intrapresi da Grata Thunberg, per il  cambiamento climatico e le condizioni ambientali. Esposte ai vertici di governo e del parlamento europeo, non può non farci ricordare l' attivista ambientalista storica statunitense, Rachel Carson. Autrice del saggio "Primavera silenziosa"; edito dalla  casa editrice  statunitense Houghton Mifflin Company, pubblicato in Italia dalla  Feltrinellli. Nel 1962 attraverso un suo manifesto ambientalista, propose una conferenza dell'UNESCO a San Francisco, all'attivista per la pace John McConnell. Una giornata per onorare la Terra e il concetto di pace. Nacque così la Giornata Mondiale della  Terra istituita dalle Nazioni Unite, nell'equinozio di primavera il 22 aprile del 1970. Data importante, sottolineata già nell'anno precedente, dal movimento universitario di quel tempo, al fine di  porre la centralità dell'argomento in duplice aspetto, educativo - informativo. Nel tempo e negli anni la Giornata Mondiale della Terra si è sempre più evoluta, sono ben 175 i paesi, coinvolti a tutela dell'ambiente e della salute nella salvaguardia della terra. Numero maggiormente in crescita, dove ruotano sempre più persone, impegnate in cooperative agricole e sociali, riqualificazione di terreni per la coltivazione di prodotti naturali e biologici.


Producendo alimenti biologici cui sempre più spesso sentiamo parlare, non a caso il significato deriva dala terminologica greca ''bios''che  significa vita.

Vita che germoglia dalla terra, e della stessa soddisfa il fabbisogno dell'uomo e dell'umanità.

Umanità i cui interessi riguardano solo l'aspetto politico e economico delle grandi imprese, tralasciando l'ambiente circostante in cui egli stesso vive. Nel quale consapevolmente o inconsapevolmente crea alterazioni ambientali, da cui nascono caratteristiche principali di alcune malattie. Il problema dannoso della terra dei fuochi nasce e si sviluppa così.

La Giornata Mondiale della Terra è e dev'essere un ulteriore richiamo alla salvaguardia non solo dell'umanità,ma all'origini della creazione del Creato, dentro cui l'uomo si  relaziona.

L’essere immagine e somiglianza di Dio, deve costantemente ricordarci che ogni creatura ha una funzione e nessuna è superflua, ma tutto l’universo ruota in un unico senso.

Espressione scritta nel bellissimo cantico di San Francesco d’Assisi, dentro cui l'uomo si ritrova e da importanza alla cinquetunesima Giornata Mondiale della Terra. di Maria Rosaria Ricci

61 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


bottom of page